Iscriviti gratis a Psylife

MANIPOLATORE: 7 SEGNALI PER RICONOSCERLO

Lì fuori c’è tanta bella gente, ci sono tante brave persone disposte ad aiutarti, a venirti incontro e ad amarti ma ci sono anche i “manipolatori affettivi”, persone che invece stanno lì a succhiare le tue energie e, in qualche modo, a far passare per tuoi i bisogni che invece sono i propri.

Oggi vediamo insieme sette elementi da cui possiamo renderci conto che abbiamo a che fare con un manipolatore o con una manipolatrice.

Io sono Roberto Ausilio psicologo psicoterapeuta, mi occupo da circa vent’anni di queste tematiche, aiuto le persone a vivere senza il freno a mano grazie alla psicologia e alla crescita personale. Se ti piacciono questi temi e vuoi imparare tante cose interessanti iscriviti al canale Youtube “PSICOLOGIA E VITA“ ed entra all’interno della nostra community “ PSYLIFE” in cui trovi anche i nostri video-corsi. 

Sette elementi da cui accorgerci che siamo a contatto con un manipolatore.

Ma facciamo un passo indietro: che cos’è la manipolazione?

Diciamo che ognuno di noi in qualche modo nelle relazioni tende a persuadere l’altro ma, come dice uno dei miei maestri Giorgio Nardone, la persuasione è diversa dalla manipolazione. Perché?

Perché persuadere vuol dire etimologicamente “condurre a se’” mentre manipolare vuol dire “mettere le mani” e costringere, forzare una persona a fare quello che non vorrebbe. Manipolazione: tutte le volte in cui ti trovi a soddisfare dei bisogni che non sono tuoi, ti trovi ad esempio in uno stato di confusione in cui non riesci più a capire quali sono i tuoi veri bisogni quali sono i tuoi veri sentimenti; e può capitare in amicizia, può capitare sul lavoro e capita molto spesso, purtroppo, anche nelle relazioni di coppia. 

Il primo elemento da cui accorgerti che hai a che fare con un manipolatore è che spesso i manipolatori hanno un atteggiamento un po’ nervoso: si scaldano facilmente, si irritano anche per cose semplici, per banalità, ed hanno quindi degli sbalzi di umore a volte anche imprevedibili o comunque poco prevedibili. 

Il secondo elemento è che hanno sempre ragione: non la spunti mai! Il manipolatore vuole sempre avere ragione! Sei sempre tu quello sbagliato, sei sempre tu ad avere torto, sei tu che l’hai indotto ad un determinato comportamento, ma non si assume mai la responsabilità delle proprie azioni.

Terzo: si lamentano di frequente.

E’ una lamentela continua!

Hai presente quelle persone che continuano a dire che tutto va male, che si lamentano, che fanno le vittime? Spesso questo atteggiamento vittimistico serve proprio per indurti in compassione e poi successivamente farti passare i loro bisogni. 

Quarto elemento da considerare è che spesso i manipolatori parlano alle spalle!

Appena quell’amico va via, loro iniziano a parlarne male…..E indovina cosa faranno quando andrai via tu?

Parlano alle spalle perché sono delle persone insicure, poco sicure di sè e quindi tendono a non dire le cose in faccia, non ti diranno in faccia quello che pensano di te ma parleranno male di te in giro: e così facendo succhiano le tue energie psicofisiche. 

Il quinto elemento è la critica.
Criticano tutti, criticano molto, sono lì a dare giudizi! Critiche su critiche: delle persone niente gli va bene. E quindi anche tu finirai nelle critiche del manipolatore.

Sesto elemento: usano il sarcasmo e il cinismo, sono taglienti come una lama. Quando tu parli quando tu ti esprimi loro usano il sarcasmo, ti fanno quelle battutine acide, hai presente? Dimmi se è così e se ti è mai capitato.

Settimo: hanno la tendenza un po’ a “simpatizzare” troppo in fretta con le persone, e da un momento all’altro considerano amici per la pelle persone che hanno appena conosciuto. Questo perché sono abili nell’arte della seduzione, della manipolazione, e tendono ad accelerare il processo di conoscenza con le persone.

E allora, dimmi se ti sei trovata o trovato nelle grinfie di un manipolatore affettivo, scrivilo qui nei commenti, condividi questo articolo con le persone che pensi possano averne bisogno perché riconoscere un manipolatore all’inizio di una relazione a volte può salvare la vita, a volte letteralmente.

Ti lascio con una frase di Ralph Waldo Emerson che ci ricorda dell’importanza dell’azione perché dice:

Trasforma oggi il tuo credo in azione.

 

Ciao e Buona Vita.

Roberto Ausilio
www.robertoausilio.it

www.psylife.it

Close

50% Complete

Quasi fatto

Inserisci i tuoi dati per accedere ai contenuti